Solo una Favola header

Regia:Andrea Elodie Moretti
Interpreti:ANDREA AQUILANTE,  FILIPPO CANCELLOTTI, SIMONE SOMMARIVA, ANDREA TASSINARI
Aiuto:>MASSIMILIANO BACCELLI, GABRIELE FINZI, ALESSIO FORLI
Durata:55 min. circa

Hansel: “Ma noi siamo bambini, non conosciamo queste cose!”
Narratore: “E cosa conoscete allora, voi bambini?”
Hansel: “Le fiabe, le favole…”

“Solo una Favola” nasce da un lungo lavoro su racconti, favole e storytelling da parte dei ragazzi della compagnia teatrale del Centro di Creazione Internazionale “Policardia Teatro”.
Rifacendosi alla figura del cantastorie un gruppo di giovani attori reinterpreta e mette in scena, con la regia di Andrea Elodie Moretti, già direttore artistico della “Policardia Teatro”, alcune tra le più celebri favole e fiabe della cultura popolare, spaziando da Esopo ai fratelli Grimm.
Gli interpreti dello spettacolo hanno già lavorato in passato con grandi maestri dell’arte teatrale e narrativa quali Mamadou Dioume, Bruce Myers, Jean-Paul Denizon e Inno Sorsy, mettendo in scena vari spettacoli originali o rivisitando grandi classici quali Shakespeare e Eduardo De Filippo.

Lo Spettacolo
“Solo una Favola” è uno spettacolo divertente ed interattivo adatto tanto ad un pubblico di giovani e giovanissimi quanto ad uno più adulto, con diverse chiavi di lettura che strizzano un occhio alla satira e alla parodia, senza però perdere di vista alcuni messaggi di fondo importanti nascosti in piena vista tra una battuta e l’altra.
La messa in scena consiste in tre favole e fiabe completamente riplasmate e modificate pur mantenendo quello che per gli attori e il regista è il senso profondo che sta dietro alle parole scritte.
In conclusione troviamo invece una storia di origine africana raccontata fedelmente con tanto di narratore vero e proprio, una sorta di omaggio alla pura arte dello storytelling.
La componente musicale è senza dubbio fondamentale, con musica dal vivo originale e strumenti in scena nelle mani di uno degli attori, compositore delle canzoni e spesso narratore.
Lo spettacolo avrà durata complessiva di circa 60 minuti, tempo necessario alla messa in scena complessiva delle tre favole e del racconto.
La parola chiave è “semplicità”, in pieno stile brookiano dove per fare teatro tutto ciò che serve è un posto, degli attori e un pubblico. La messa in scena è di per sé molto versatile e si adatta facilmente a ogni tipo di struttura, inserendosi facilmente in vari contesti, da rassegne teatrali a festival, da sagre a spettacolo da spiaggia o da strada.
Come se avessimo trovato un’oasi di frescura e felicità dopo lungo cammino, ci siamo fermati tutti dicendoci: “C’era una volta…”. Ce lo siamo detti per “spensierarci”, per ricordarci della nostra infanzia ridendo e cantando. Ci siamo concessi di provare e sperimentare riposandoci e rigenerandoci. Tutti su un altalena a spingere se stessi nel vento di risate che nasce dal giocare con le fiabe.
Sono tornati amici come Hansel e Gretel, ma questa volta in un bosco con semafori e passanti strampalati ed eruditi. E’ tornato il gatto con gli stivali, attento agli accessori e multilingue. Formiche operaie napoletane si sono accanite con una cicala artista del nord. Una storia africana ha fatto che fossimo uomini, animali e oggetti contemporaneamente.

Buon divertimento ai bimbi che verranno a vederci e agli adulti l’augurio che ridano come bambini.